Torna la Notte Europea dei Ricercatori. Appuntamenti in tutta Italia

Il momento è arrivato. Il 26 settembre 2014 torna la Notte Europea dei Ricercatori, un’iniziativa finanziata dalla Commissione Europea per diffondere la cultura scientifica che si svolge da anni in tantissime città Europee, molte delle quali italiane. Un’occasione dove migliaia di ricercatori incontreranno i cittadini per mostrare il fascino del loro lavoro attraverso esperimenti, mostre, conferenze e spettacoli.

Anche quest’anno Frascati Scienza coordina uno dei progetti principali della penisola italiana, DREAMS, che coinvolge ben 11 città italiane e cioè Frascati, Roma, Milano, Trieste, Pavia, Bologna, Ferrara, Bari, Pisa, Cagliari e Catania. Il tema di quest’anno sarà la sostenibilità, un argomento dove sono fondamentali la creatività del ricercatore, ma anche la capacità di interagire con la cittadinanza e la politica, per tradurre le scoperte scientifiche in strumenti per un futuro migliore. Questo il sogno di ogni ricercatore. Per questo le parole chiave saranno “sogno, creatività, futuro”. Tante le attività proposte: da aperitivi scientifici a percorsi espositivi, da visite guidate a spazi dedicati alla divulgazione.

Vediamone alcuni.

A Roma e Frascati si terranno gran parte degli eventi, grazie al coinvolgimento di INFN, ASI, CNR, Esa-Esrin, Inaf, ENEA, Telethon e tantissimi altri. Si parlerà della ricerca sulla sindrome di Down, di vulcani e robotica, ma ci saranno anche laboratori divertenti per capire come funzionano i terremoti, percorsi educativi sul’Antartide e perfino la proiezione del film di successo “Smetto quando voglio”.

A Milano gli enti coinvolti saranno l’INFN e l’INGV e si terranno tre eventi, tutti al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. Si parlerà di particelle, per scoprire la loro storia e come si possono “rilevare”, e di terremoti, in particolare come si studiano e che informazioni ci possono dare.

A Bologna, grazie alle attività di INFN, INAF e INGV e la collaborazione di Sofos, Fondazione Golinelli e l’Università di Bologna, ci saranno molti laboratori interattivi: si potrà far crescere una piantina, scoprire come mangiano gli scienziati e i bambini potranno “vestirsi” da astronauti e fare pratica!

Tanti eventi anche a Pavia, grazie alla collaborazione tra INFN, la fondazione CNAO e l’Università degli studi di Pavia, Fondazione CNAO come esperimenti sulla fisica applicata alla medicina, seminari sul clima e i buchi neri, e discussioni sulle radiazioni e le paure che suscitano.

A Bari INFN e l’Università degli Studi di Bari offrono quattro eventi, tutti molto diversi: dall’omaggio a Galileo a Play with us (Experimenta la fisica), da una mostra sulle donne ricercatrice a colloqui via Skype con ricercatori che lavorano all’estero e che risponderanno alle domande più frequenti.

A Catania gli eventi saranno gestiti da INFN e saranno all’insegna dello spettacolo, tra concerti intervallati da letture scientifiche, cabaret e quadri restaurati grazie alle tecnologie della fisica.

E poi ancora eventi a Pisa, Cagliari, Trieste, Ferrara e altre località minori.

Dunque, appuntamenti a tutte le ore per tutti i gusti e per tutte le età. Un’occasione un’unica per coinvolgere in tutta Italia i cittadini nelle scoperte scientifiche e nel fascino della ricerca e della scienza. E non dimenticate la twitter-night dalle 20 con l’hashtag #ern.

Non mancate!

Federico Baglioni

Federico Baglioni

About Federico Baglioni

Biotecnologo curioso, ho frequentato un Master in giornalismo scientifico a Roma. Sono autore di articoli e libri di divulgazione scientifica, organizzo eventi scientifici e sono fondatore di Italia Unita Per La Scienza e 06Scienza. Mi trovate su YouTube, G+, Facebook e @FedeBaglioni88

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>