La tremenda storia della caccia alle streghe

Di seguito l’articolo pubblicato in originale su Today.it:

Nel 1692 iniziò a Salem, in Massachussetts, una delle più terribili cacce alle streghe. Cosa scatenò tutto questo?

Molto probabilmente gli strani comportamenti di due bambine che improvvisamente avevano smesso di parlare e camminavano in modo scoordinato, contorcendo tutto il corpo (fonte Italia Unita Per La Scienza). Le bambine morirono poco dopo e nessun medico riuscì a capire cosa avessero avuto, ipotizzando una possessione demoniaca. Per questo motivo nel giro di poco 19 persone furono impiccate, 55 subirono torture e un totale di 400 persone vennero incarcerate o coinvolte in processi di stregoneria.

salemMa cos’avevano avuto realmente le due bambine? Si pensava inizialmente si trattasse di isteria collettiva o avvelenamento alimentare. Ultimamente, però, si crede che potrebbe essersi trattato di Corea di Huntington, una malattia neurologica che sarebbe stata diagnosticata solo molto più avanti, nel 1892.

Questa malattia colpisce infatti il coordinamento muscolare e porta a declino cognitivo e problemi psichiatrici. Si tratta di una malattia genetica, causata dalla mutazione in un gene: la proteina risultante è alterata quando una parte del DNA del gene si ripete un numero di volte superiore a 27 (il gene normale ha comunque un alto numero di ripetizioni al suo interno). Più aumenta il numero delle copie, generalmente tra una generazione all’altra, più aumenta la gravità dei sintomi e probabilità che si manifesti.

Il legame con l’episodio storico è che effettivamente l’Huntingtina mutata fa morire alcuni tipi di neuroni, causando movimenti a scatti, involontari e non coordinati, oltre a tremori e scuotimenti (movimenti “coreici”). Anche il volto si irrigidisce, facendo assumere espressioni molto strane e bloccando lingua e quindi anche la parola.

Fonti certe non ce ne sono e alcuni sintomi descritti non sembrano in linea con quelli tipici della còrea di Huntington, motivo per cui molti studiosi pensano che si possa trattare di un’altra malattia (o addirittura di crisi epilettiche).

A quel tempo, comunque, non vi erano diagnosi accurate ed è molto probabile che questi sintomi venissero interpretati come possessioni demoniache e punite come tali.

@FedeBaglioni88

Federico Baglioni

About Federico Baglioni

Biotecnologo curioso, ho frequentato un Master in giornalismo scientifico a Roma. Sono autore di articoli e libri di divulgazione scientifica, organizzo eventi scientifici e sono fondatore di Italia Unita Per La Scienza e 06Scienza. Mi trovate su YouTube, G+, Facebook e @FedeBaglioni88

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>