Questo blog

Questo blog nasce inizialmente nel lontano Marzo 2012, quando, ancora studente, decisi grazie all’aiuto di alcuni amici di scrivere qualche articolo per fare un po’ di informazione sul mio ambito di studi, le biotecnologie agrarie e i suoi dintorni; argomenti troppo spesso divulgati al grande pubblico da persone non competenti, attraverso l’uso di argomentazioni non scientifiche, superficiali e, a volte, decisamente ideologiche.

Credevo infatti che un biotecnologo avesse non solo il diritto, ma anche il dovere di spiegare e raccontare come stanno le cose da un punto di vista scientifico, condividendo conoscenze ed esperienze in modo preciso, ma al tempo stesso chiaro e semplice. La base per un giudizio dovrebbe essere, su qualunque tema, non l’appartenza politica o un pregiudizio, bensì il metodo scientifico e la verifica di dati e fonti, fattori spesso dimenticati, ma importanti per far crescere opinioni consapevoli e non preconcette.

Sono ancora convinto di questi principi, ma nel frattempo ho abbandonato l’idea di fare la vita di laboratorio e mi sono lanciato nel difficile mondo del giornalismo e della divulgazione scientifica, rimanendo quindi a stretto contatto col mondo della scienza e aprendomi molto a chi di scienza mastica poco e poco vuole averci a che fare. Una sfida che mi ha fatto conoscere tante persone nuove e fatto cambiare molto.

Ora sono passati più di tre anni, periodo in cui per motivi di forza maggiore (lavoro, lavoro e lavoro) non avevo più dedicato tempo ed energie a questo blog. Dopo essere stato spronato più volte, ho quindi deciso di rimetterci mano e trasformarlo in un luogo che possa essere punto di riferimento per chiunque voglia tenersi informato su quel che succede nel mondo della scienza: non solo ricercacuriosità scientifiche, ma anche temi di attualità, bufale e punti di vista personali.

E non parlerò solo di biotecnologie, ma di tanti altri ambiti che riguardano la scienza, dall’alimentazione alla salute, dalla natura all’astrofisica. Perché, volente o nolente, la scienza pervade gran parte della nostra vita. Conoscerla, almeno a grandi linee, ci aiuta a comprendere ciò che ci sta attorno, a non cadere in truffe e raggiri e ci aiuta a sviluppare riflessioni e quello spirito critico che oggi sembrano mancare. L’assenza di spirito critico, infatti, rappresenta uno dei primi sintomi del fallimento di un paese. E questo blog nasce e cresce con l’idea che uno sviluppo culturale, chiave della rinascita di un paese, sia ancora possibile.

Et al. ?

Il blog non vuole e non è un luogo solo mio. La conoscenza cresce solo attraverso un continuo confronto e dialogo. Per questo ho aggiunto et al. (come si fa negli articoli scientifici), perché questo posto vuole dare valore ai contributi di tutti coloro che hanno qualcosa di “vero” da dire e condividere. Senza inutili guerre di religione.

3 thoughts on “Questo blog

  1. guido gambardella

    Ti è sembrato perché gli ormoni ti hanno accecato. O forse sei solo un superficiale. Se hai riletto ciò che ho scritto e non hai nulla da cambiare in quanto hai risposto, me ne dolgo. D’altronde è statisticamente impossibile che tutte le teste calde e poco informate siano solo nel campo opposto al nostro.

    • perchè sarei una testacalda? un disinformato?.ancora sti ormoni! sono neolaureato, ma non ho 16 anniXD..comunque spiegami…io ti ho argomentato le questione nel mio messaggio di risposta, facendoti anche delle domande perchè non capivo cosa intendessi.spiegami per esempio dov’è l’ironia invece di rammaricarti del fatto che non sono riuscito a trovarla..(oppure è tutto il tuo commento che è un grande scherzo?)..ti ho chiesto riguardo le ibridazioni con piante “naturali”..e ti ho risposto…ti ho detto del gene terminator…poi dalle difese biochimiche si passa alle “radici armate”…poi dici che l’unico OGM approvato è un abete bianco..e ti ho risposto anche a questo…non riesco a capire se vuoi solo prendermi in giro o prendere in giro chi solleva queste preoccupazioni…ti prego però, quando e se risponderai, di non dire nuovamente “che ti dispiace se non ho capito ecc”…ma di spiegarti sul serio!..e dirmi su che punto dovrei farmi 4 risate che, visto come siamo messi, questi tuoi commenti non aiutano certo a fare..

  2. Ciao Federico,
    Posso avere la tua mail? Sto organizzando un contest per blogger scientifici e mi piacerebbe inserirti nel database che sto creando.

    Scrivimi pure a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>