Come la peste si diffuse in Europa? Da una banale rissa

Di seguito l’articolo pubblicato in originale su Today.it:

Come arrivò la peste nera in Europa? Attraverso una guerra batteriologica!

Sembra infatti dai dati disponibili che la terribile pandemia di peste del 1347 che provocò milioni di vittime in tutta Europa, riducendo la popolazione europea di circa un terzo, sia stato il primo vero uso di un’arma batteriologica (fonte e dettagli su Missione Scienza).

peste

Oggi si sa che la peste è una malattia infettiva causata dal batterio Yersinia pestis, con un periodo di incubazione breve e che porta a morte velocemente. La sua trasmessione avviene attraverso pulci infette, che a loro volta infestano i roditori.

Sembra che tutto ebbe inizio nel 1343, quando a Caffa, città portuale del mar Nero controllata da Genova, allora grande potenza marittima e commerciale, venne ucciso un uomo tartaro a seguito di una rissa. Il leader Khan Janibek mise quindi sotto assedio la città per prendere il controllo della città, senza però riuscirci.

Due anni dopo però tornerà per un nuovo assedio portandosi dietro involontariamente la peste che uccise durante l’attacco gran parte degli assedianti. Prima di ritirarsi nuovamente, Khan decise di catapultare gli appestati oltre le mura.

Di lì a poco l’infezione dilagherà prima nella colonia genovese e poi in Sicilia, al rientro dei marinai, diffondendosi poi in tutt’Italia ed Europa.

Una storia davvero incredibile!

@FedeBaglioni88

Federico Baglioni

About Federico Baglioni

Biotecnologo curioso, ho frequentato un Master in giornalismo scientifico a Roma. Sono autore di articoli e libri di divulgazione scientifica, organizzo eventi scientifici e sono fondatore di Italia Unita Per La Scienza e 06Scienza. Mi trovate su YouTube, G+, Facebook e @FedeBaglioni88

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>